TOSCANA. AL VIA L’ATTIVITÀ DEI CENTRI DI ASSISTENZA VENATORIA C.A.V.

44

 

Con la recente sottoscrizione della convenzione con la Regione Toscana, è iniziata la prima fase operativa dei Centri di Assistenza Venatoria CAV.

In base al principio della sussidiarietà, la Regione Toscana ha dato vita ad una esperienza unica a livello nazionale per quanto riguarda il trasferimento di alcune funzioni di supporto alle attività amministrative della pubblica amministrazione, in materia di caccia, alle associazioni venatorie. (art 3 bis della L.R 3/94 “Esercizio funzioni con soggetti terzi” e DGR n.3 del 10.01.22) Tramite i Centri di Assistenza Venatoria operanti in tutte le province toscane, le associazioni firmatarie della convenzione dovranno garantire per l’anno in corso, una serie di attività specifiche, per tutti i cacciatori interessati.

In particolare sino al 31/12/2022 i CAV saranno a disposizione per i seguenti servizi di istruttoria procedimentale:

_cambio titolarità appostamenti fissi

_nuova collocazione appostamenti fissi

_domande per esame di abilitazione venatoria

_domande per abilitazione al prelievo selettivo delle specie cinghiale, capriolo, daino, muflone, cervo.

Inoltre, saranno tenuti ad organizzare corsi sulle attività collegate alla cultura della sicurezza durante l’esercizio venatorio

I CAV Federcaccia Toscana già in fase esecutiva, sono presenti al momento in tutti i capoluogo di provincia della Toscana.

Il personale qualificato e specializzato dell’associazione è a disposizione di tutti i cacciatori e cittadini interessati per agni esigenza.

In allegato, riportiamo i recapiti delle relative sedi CAV della toscana con gli orari di apertura al pubblico. Successivamente sarà nostra cura diffondere e pubblicare sui canali associativi l’elenco e le date dei corsi gratuiti sulla sicurezza a caccia con l’invito a tutti i cacciatori di partecipare.