LA CONSERVAZIONE DELLA FAUNA SELVATICA NELLE MANI DEI CACCIATORI ITALIANI

217

 

Per il quarto anno consecutivo la sezione provinciale Federcaccia Macerata e ACMA Marche hanno rimesso in campo il progetto, nato dall’idea dei soci Michele Galassi e Massimiliano Nociaro, per la predisposizione dei nidi artificiali per il germano reale (Anas platyrhynchos).

Grazie alla fattiva collaborazione di alcuni soci, sono stati collocati nidi artificiali in luoghi vocati per la specie in provincia di Macerata, nei comuni di Potenza Picena, Montelupone, Morrovalle e Tolentino, in collaborazione con l’Atc Mc2, e nel comune di Cartoceto, nella provincia di Pesaro Urbino.

Le strutture nido permettono alle anatre di portare avanti la covata evitando il concreto rischio di predazione da parte di specie opportuniste come cornacchia grigia, gazza e volpe, nonché la salvaguardia del nido stesso da eventuali e repentini innalzamenti dei livelli dell’acqua.

Da un’ultima analisi, effettuata a inizio maggio 2024, risulta un ottimo risultato, in quanto, dei ben 11 nidi installati, le diverse coppie di germano reale ne hanno utilizzati 7. Nel dettaglio, ad oggi, risultano portate a termine 3 nidiate nelle località in provincia di Macerata, mentre nei restanti nidi tra la provincia di Macerata e Pesaro Urbino sono 4 quelli ancora occupati, in attesa di schiusa.

Considerata la funzionalità del progetto è auspicabile un ampliamento dello stesso in località vocate anche nelle altre province della Regione Marche e, perché no, un modello da seguire per l’intera penisola italiana. (Michele Merola – Ufficio Studi e Ricerche Faunistiche e Agro Ambientali Federcaccia in collaborazione con ACMA Marche)