FEDERCACCIA TOSCANA. PIOMBO E ZONE UMIDE: GRANDE PARTECIPAZIONE PER IL CONVEGNO A PONTE BUGGIANESE

480

 

Si è tenuto ieri sera, 5 Settembre, alla Dogana del Capannone a Ponte Buggianese in Provincia di Pistoia, il Convegno organizzato da Federcaccia Toscana – UCT sulle criticità dell’utilizzo delle munizioni di Piombo alla luce dell’applicazione del Regolamento Europeo UE 2021/57 del 25 gennaio 2021 (Piombo e Zone umide).

Grande interesse e partecipazione per una questione sentita, dati i divieti di utilizzo e trasporto del munizionamento di piombo all’interno e nel raggio di 100 mt da quelle che sono identificate come aree umide secondo la nuova normativa, che ha portato circa 250 cacciatori provenienti da tutta la Regione a partecipare all’evento.

Dopo l’introduzione del Presidente Provinciale Franco Biagini ed i saluti del Sindaco di Ponte Buggianese Nicola Tesi, sono stati numerosi e concreti i contributi dei relatori presenti.

Alfonso Lenzoni, Delegato Acma e responsabile di settore FIDC-UCT, ha inquadrato la questione a livello Regionale Toscano, evidenziando come una prima classificazione chiara e facilmente consultabile di suddette zone da parte della Regione Toscana sia necessaria per un sereno svolgimento dell’esercizio venatorio ed una corretta applicazione da parte degli organi di controllo, richiesta anche a livello Nazionale durante l’incontro di Lunedì scorso tra le Associazioni Venatorie della Cabina di Regia ed i rappresentanti del MASAF e del MASE.

A segire gli interventi di Marco Innocenti consulente Beretta, Gianluca Garolini e Marco Manfredi per la Baschieri&Pellagri, che hanno analizzato le molteplici possibilità di utilizzo di materiali alternativi al piombo nell’esercizio venatorio emerse negli ultimi anni.

Interessante la notazione che seppur con tutte le cautele del caso ed in armi in perfetto stato di efficienza, alcuni di questi caricamenti, se al di sotto di certe grammature, risultano utilizzabili nella gran parte delle armi moderne anche se non specificamente classificate per l’utilizzo degli stessi.

Dopo alcuni interventi dei presenti il Presidente Regionale Federcaccia Toscana UCT Marco Salvadori, durante le conclusioni, ha ricordato il grande lavoro di confronto da parte della Federcaccia, soprattutto a livello nazionale, volto a promuovere una soluzione normativa generale che garantisca la certezza del diritto per i cacciatori in merito all’utilizzo ed al trasporto di munizioni di piombo in prossimità delle zone umide, nonché la revisione e depenalizzazione del regime sanzionatorio attualmente previsto.