DA FACE UNA LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE VON DER LEYEN SUI LUPI IN EUROPA

645

 

La Federazione europea per la caccia e la conservazione (FACE) ha inviato una lettera aperta alla Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, invitandola a proseguire con le azioni, a seguito della recente consultazione sui lupi in Europa.

La lettera elogia la Presidente della Commissione per aver avviato la consultazione a settembre, raccogliendo dati aggiornati sulle popolazioni di lupi e sul loro impatto, ma chiede che si agisca al più presto sui prossimi passi. In qualità di Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen ha la capacità di portare avanti questa iniziativa.

La lettera è stata firmata da Torbjörn Larsson, presidente della FACE, a nome dei membri della FACE, che rappresentano 7 milioni di cacciatori in Europa. Larsson ha invitato il Presidente della Commissione a garantire un’azione rapida per stabilire piani di gestione per la coesistenza.

Questo il testo della lettera:

Lettera aperta: Lupi in Europa – Andare avanti per il futuro delle comunità rurali e della conservazione

Egregia Presidente Ursula Von Der Leyen

Le scrivo in qualità di Presidente della FACE – Federazione Europea per la Caccia e la Conservazione – che rappresenta 7 milioni di cacciatori in Europa.

Desidero elogiare la Commissione europea per aver avviato la consultazione a settembre, raccogliendo dati aggiornati sulle popolazioni di lupi e sul loro impatto. Si tratta di un passo importante, in linea con le richieste espresse dal Parlamento europeo.

Il gran numero di risposte ricevute dimostra che il lupo ha un impatto sulle comunità rurali. Riteniamo che la maggior parte di coloro che si sono impegnati lo abbiano fatto perché ritenevano che la loro voce non fosse stata ascoltata, rappresentando probabilmente il 90% e più delle risposte.

Tuttavia, la esortiamo a passare rapidamente alla fase successiva per mettere in atto soluzioni pratiche che garantiscano quadri di gestione appropriati per assicurare la coesistenza. I sistemi di gestione di successo continuano a scontrarsi con l’interpretazione della “protezione rigorosa” prevista dalla Direttiva Habitat, unita alla confusione sulla difficoltà di applicare la “flessibilità”.

Ci auguriamo che vengano individuate soluzioni pratiche, alcune delle quali già in atto prima delle prossime elezioni europee.

A nostro avviso, la UE ha bisogno di un “pacchetto grandi carnivori” per:

  • Modificare gli allegati della Direttiva Habitat;
  • Chiarire la flessibilità del documento di orientamento della UE sulla protezione rigorosa, in modo che questo documento rifletta e dia un significato reale alle vostre recenti dichiarazioni, in particolare nel vostro comunicato stampa sui “Lupi in Europa” del 4 settembre 2023;
  • Attuare un nuovo approccio per valutare lo stato di conservazione del lupo in linea con la sua ecologia transfrontaliera.

Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

Torbjörn Larsson – Presidente FACE