CALENDARIO VENATORIO 2023/2024 SIAMO ALLE SOLITE PERCHE’ NULLA E’ CAMBIATO

3765

Palermo, 22 maggio 2023

 

                                                                       All’Assessore Regionale all’Agricoltura

                                                                       On.le Luca Sammartino

                                                                       PALERMO

 

CALENDARIO VENATORIO 2023/2024

SIAMO ALLE SOLITE PERCHE’ NULLA E’ CAMBIATO

Le scriventi Associazioni Venatorie, che rappresentano oltre il 70% dei Cacciatori siciliani,  esaminata la Bozza di Calendario Venatorio 2023-2024 proposta dall’assessorato nella seduta di Comitato Faunistico Venatorio del 19/04/2023, hanno rilevato che questa ricalca pedissequamente quella della precedente annata 2022/23, con qualche ritocco che poco si discosta dalle effettive esigenze inerenti alcune specie.

Nella stessa seduta di Comitato, le Associazioni presenti sono state invitate a formulare via PEC gli eventuali suggerimenti di modifica o integrazioni al Calendario Venatorio, i quali sono stati puntualmente forniti.

Purtroppo, i nostri suggerimenti, scaturiti anche dai recentissimi pareri negativi espressi dall’Ispra sui Calendari Venatori di altre Regioni (Marche, Liguria, Trentino, Lombardia ed Emilia Romagna) non sono stati minimamente tenuti in considerazione.

Riteniamo che le riunioni di Comitato Regionale Faunistico Venatorio dovrebbero servire ad intavolare una fattiva collaborazione tra le Associazioni Venatorie, quelle Ambientaliste ed Agricole, mediate dall’Assessore Regionale ed i Funzionari preposti, per arrivare nello specifico ad una condivisione della proposta di Calendario Venatorio, utile appunto per scongiurare i ricorsi.

Ci dispiace constatare, pertanto, che ancora una volta, sono state disattese le aspettative delle Associazioni Venatorie e, come nel passato, dopo tante belle parole non arrivano i fatti.

Pertanto:

Siamo preoccupati e decisamente stanchi che anche quest’anno – per l’ennesima volta – ci si avvii verso la stagione dei ricorsi ai Tribunali;

Siamo preoccupati che le somme versate dai Cacciatori nelle casse della Regione non vengano utilizzate per i fini di legge;

Siamo preoccupati per la predisposizione del Piano Regionale Faunistico Venatorio di cui non si conosce l’iter ed i tempi per essere definito;

Siamo preoccupati perché sono state smantellate le Ripartizioni Faunistico Venatorie, uffici preposti a gestire e disciplinare la Caccia e non è stato costituito l’Osservatorio Faunistico venatorio Regionale (art.9 L.R.n.33/97);

Siamo preoccupati per i mancati censimenti strutturali della selvaggina stanziale e migratoria;

Siamo preoccupati per il perseverare a non volere istituire i Comitati di Gestione degli AA.TT.CC.

Per i motivi anzidetti, ed altri ancora, Le chiediamo un confronto chiaro, schietto e condivisibile sulle problematiche attuali, che possa dare le giuste risposte ai cacciatori siciliani.

AnuuMigratoristi    Sebastiano Valfrè                   ArciCaccia            Leopoldo Vernagallo

A.S.C.N.                  Andrea Notarbartolo               C.P.A.Sicilia         Vincenzo Nizza

C.P.A. Sport          Federico Cudia                         C.S.U.                 Carmelo F.sco Alfano

Consiglio Siciliano C.P.A Michele Pizzuto              FIdC                       Giuseppe La Russa

FSdC  Calogero La Porta