VERINI, PD: “DA PROPOSTA DI LEGGE SONO ESCLUSE LE ARMI PER CACCIA E ATTIVITÀ SPORTIVE”

353

 

“Leggo, allibito, dichiarazioni in libertà del consigliere regionale leghista Mancini. Il quale vuole mostrare di avere dimestichezza con le armi, perché raramente è capitato di vedere ‘sparare’, in una sola dichiarazione, un così gran numero di sciocchezze, balle, imprecisioni. Anche se sbaglia clamorosamente la mira”. Così l’on. Walter Verini del Pd in una dichiarazione ripresa dall’ANSA.

“La proposta di legge che, insieme a oltre trenta parlamentari di Pd, Leu, 5 Stelle, Italia Viva ho presentato per cercare di limitare la diffusione e l’uso di armi a scopo privato – spiega Verini -, prevede forme di controllo, di informazione in tempo reale a conviventi e familiari o ex conviventi nei confronti di chi acquista armi per scopo privato. La proposta di legge espressamente esclude l’acquisto e l’uso di armi per le attività venatorie e l’attività sportiva. È scritto a chiare lettere, nel testo e nella relazione. La dichiarazione e gli attacchi dell’esponente leghista sono sguaiati, sbagliati, disinformati ed evidentemente fatti per disorientare cacciatori e sportivi per maldestri scopi elettoralistici. La proposta di legge, se approvata, servirà ad avere meno armi in giro, ad evitare, come accade tutti i giorni, che liti familiari degenerino in tragedie, a prevenire per esempio femminicidi perpetrati con i mezzi delle armi da fuoco. È quello che avviene in tanti altri Paesi dove la diffusione incontrollata delle armi produce fatti e tragedie, anche tra adolescenti, e dove si cerca di porre un argine a questo gravissimo fenomeno”.