VENETO.  STANZIATI FONDI PER RECUPERO FAUNA SELVATICA

284

Approvata dalla Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’Assessore alla Caccia e Pesca, la delibera di concorso nella spesa sostenuta per l’anno 2021 dalle Province e dalla Città metropolitana di Venezia per l’attività di recupero della fauna selvatica in difficoltà (articolo 5 della legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50).

A completamento delle attività già avviate e sin qui realizzate da parte delle Province e della Città metropolitana di Venezia nella gestione dei Centri regionali di recupero della fauna selvatica, con questo provvedimento si coprono le spese sostenute, per la somma complessiva di Euro 267.487, non solo per le attività di recupero, ma anche di temporanea detenzione di singoli capi appartenenti alla fauna selvatica, la loro cura e, ove possibile, la loro successiva liberazione e re-immissione in natura, a seguito di azioni di riabilitazione e recupero funzionale.

Sulla base della rendicontazione presentata, il finanziamento viene così suddiviso: Provincia di Belluno (9.187 euro), Provincia di Padova (45.000 euro), Provincia di Rovigo (32.000 euro), Provincia di Treviso (60.000 euro), Città Metropolitana di Venezia (42.700 euro), Provincia di Verona (40.000 euro), Provincia di Vicenza (38.600 euro).

“Abbiamo approvato questo provvedimento nella consapevolezza di quanto importanti siano le azioni e le attività realizzate dalle Province e Città metropolitana di Venezia in questo ambito – interviene l’assessore regionale alla Caccia e alla Pesca Cristiano Corazzari – Sono azioni che concorrono alla costruzione di un sistema regionale di centri di recupero della fauna selvatica in difficolta che è già in fase di studio da parte degli uffici tecnici della Amministrazione regionale”.