NUOVA AREA SKIROLL E BIATHLON: A GROMO L’IMPIANTO IDEATO E VOLUTO DALLA SEZIONE LOCALE DI FEDERCACCIA

88

Un impianto unico in bergamasca e con pochissimi simili anche nel resto delle province lombarde. A Gromo, in alta Valle Seriana, è stato inaugurato in località Peschiera, vicino al fiume Serio, l’apertura della nuova area dedicata allo skiroll e al biathlon.

L’idea è nata dal mondo della caccia, dai cacciatori di Federcaccia di Gromo, sostenuta dal Comune e realizzata anche grazie a un contributo della Regione.

L’area si chiama “Biathlon Gromo-Arena Valle Seriana”. C’è una pista da skiroll, dove d’inverno praticare anche sci di fondo, e un poligono per il biathlon, la disciplina che abbina il tiro a segno con la carabina e lo sci nordico. Abbiamo voluto attrezzare questo spazio per i ragazzi dei nostri sci club – spiega Aldo Santus, presidente della sezione cacciatori di Gromo -. Spesso, infatti, svolgono gli allenamenti di skiroll sulle strade con i rischi che questo comporta. Inoltre, potranno anche allenarsi per lo sci di fondo senza dover andare troppo lontano».

L’idea è nata tre anni fa dai cacciatori, che hanno trovato il sostegno dell’Amministrazione comunale e anche di Regione Lombardia. Al momento inaugurale hanno partecipato, tra gli altri, il consigliere regionale Paolo Franco (grazie a un suo ordine del giorno sono arrivati i fondi dalla Regione), la consigliera del Gal Valle Seriana e dei Laghi bergamaschi Cinzia Baronchelli, il comandante della sezione sport invernali del Centro sportivo carabinieri Davide Carrara, il responsabile biathlon del Comitato Fisi Alpi Centrali Michele Camarda, il presidente regionale di Federcaccia Lorenzo Bertacchi, il presidente della Fisi di Bergamo Fausto Denti.

“Per la nostra associazione è un vanto enorme, non lo nascondo e siamo onorati di quello che ha fatto Federcaccia Gromo, grazie al sostegno dell’amministrazione comunale -ha affermato il Presidente Lorenzo Bertacchi-. Un progetto che parte da lontano, Aldo Santus me ne parlava quasi 15 anni fa, ce l’aveva in testa e con la sua caparbietà è stato realizzato. E’ il primo impianto che nasce in bergamasca, dal punto di vista sportivo ha una grande valenza. E’ una disciplina invernale, ma nel resto della stagione la pista può essere usata per lo ski roll e rende possibili allenamenti in sicurezza da parte di tutti, anche dei più giovani. E’ uno spazio importante con una grande valenza sociale: questo è un esempio del nostro impegno nel mondo della vita di tutti i giorni. Il biathlon ha radici venatorie, come il tiro al piattello e  il tiro con l’arco. Ci sono incisioni rupestri del terzo millennio avanti cristo in Norvegia che ritraggono cacciatori sugli sci, abbiamo documenti cinesi che trattano della prassi della cacci sugli sci del secondo secolo dopo Cristo, scritti di Virgilio del 40 avanti Cristo che trattano della caccia sugli sci; le radici sono quelle e la disciplina sportiva è nata con l’evoluzione militare, le prime gare del 1800 si chiamavano gare di pattuglia militare. In Svezia, Norvegia e Finlandia la caccia sugli sci con la carabina è ancora praticata”.