FINALI NAZIONALI COPPA ITALIA SEGUITA SU CINGHIALE IN SINGOLO GENTLEMAN E LADIES

104

Un fine settimana all’insegna della cinofilia da seguita su cinghiale quello che si è appena svolto a Pontecorvo (FR), nella prestigiosa Zac de “I Greci”, uno splendido recinto di oltre 35ha per consentire l’addestramento cani al cinghiale con animali di diversa taglia ed aggressività, situato in frazione Sant’Oliva, in un contesto paesaggistico che è quello del medio bacino del fiume Liri, in provincia di Frosinone. La frazione di Sant’Oliva ha radici antichissime, risalenti addirittura all’Età del Bronzo. Una zona quindi ricchissima di storia e anche di solide tradizioni venatorie, scelta da Federcaccia Nazionale per ospitare le Finali della 21ma Coppa Italia su cinghiale in Singolo, dedicata sabato 25 maggio ai Gentleman con segugi di Cat. B e domenica 26 maggio alle Lady Federcacciatrici, conduttrici di segugi in qualsiasi categoria.

Con a disposizione un recinto con terreni e ampiezza idonei all’importanza della gara e clemente il tempo che ha accompagnato il weekend per lo svolgimento di questa finale, tutti i partecipanti hanno condotto i loro cani atleti dimostrando abilità e grande esperienza: conduttore e cane in perfetta sintonia nel seguire le traiettorie decise dal selvatico, che con la sua forza e la sua astuzia ha dettato l’andamento della seguita. I conduttori e le conduttrici sono giunti da tutta Italia con i loro ausiliari, tutti agguerriti a conquistare il fatidico titolo di Campione e Campionessa Federcaccia del Campionato Coppa Italia Federcaccia di seguita su cinghiale in singolo.

La giuria chiamata a giudicare era formata da tutti esperti giudici di livello nazionale che si sono trovati davanti i 7 semifinalisti il sabato (Carradori, D’Aniello, D’Annunzio, Dionisi, Filosa, Zomparelli) e le 8 semifinaliste Ladies la domenica (Gialò, Iannucci, Pasquarelli, Passini, Patriarca, Romano, Solagna, Squartini) qualificatisi nelle Semifinali che si sono svolte nei giorni antecedenti.

Un accertato successo della kermesse dovuto anche all’impeccabile organizzazione logistica fornita dallo staff della sezione Provinciale di Frosinone, all’ospitalità del Presidente provinciale Alessandro Filippi e di tutti i suoi preziosi collaboratori, Massimo D’Epiro, Margherita Paliotta, Daniela Iovine, Matteo Langiano, Isidoro Aceto, Lorenzo D’Epiro. Un’ottima riuscita sicuramente da ripetere.

A stilare le classifiche delle due categorie, dimostrando grande professionalità, è stata la giuria unanime. Giunti prima della premiazione i saluti del responsabile della Commissione Cinofila Nazionale Aldo Pompetti e della referente Nazionale del Coordinamento Cacciatrici Isabella Villa, che oltre a riconoscere l’ottima organizzazione della prova hanno augurato a tutti i partecipanti di rappresentare al meglio la cinofilia nazionale.

Un grazie ai concorrenti, a quanti hanno collaborato alla riuscita della manifestazione e un ringraziamento speciale agli sponsor Canicom, Fraraccio Coltellerie, Savelli Coppe e Trofei e MSM Pet Food.

E veniamo alle classifiche

GENTLEMAN (Cat. B)

  1. Carradori Roberto con Zorro, segugio maremmano – 156p. M.B.
  2. Dionisi Emanuele con Fido, segugio porcelaine – 154p. M.B.
  3. Zomparelli Bruno con Maradona, segugio italiano a pelo forte – 152p. M.B.

LADIES (Cat. A e B)

  1. Pasquarelli Ilaria con Jeck, segugio maremmano – 156p. M.B. (ABRUZZO)
  2. Gialò Antonietta con Rossella, briquet griffon vandeen – 151p. M.B. (LAZIO)
  3. Iannucci Pamela con Molly, segugio maremmano – 146p. B. (LAZIO)