FIDASC. TRASMESSO ON LINE IL CONVEGNO “LO STATUS DI CANE ATLETA E LA TUTELA DEL SUO BENESSERE”

159

Mercoledì 8 febbraio, nel Salone d’Onore del CONI al Foro Italico, si svolgerà un convegno promosso dalla Fidasc (Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia) dal titolo “CANE ATLETA – LO STATUS DI CANE-ATLETA E LA TUTELA DEL SUO BENESSERE”.

I lavori saranno trasmessi a partire dalle ore 10.30 sul sito federale Fidasc al seguente link: https://www.fidasc.it/it/news/40-news-federali/5835-cane-atleta-lo-status-di-cane-atleta-e-la-tutela-del-suo-benessere.html,

e sulla pagina Facebook Federale al seguente link: https://www.facebook.com/events/505798678388790/

Gli interventi e i contributi dell’incontro, che vertono su un tema di carattere generale di grandissima attualità come è quello del benessere animale, si dipaneranno anche, e soprattutto, sulla figura per certi aspetti ancora nuova e poco dibattuta dal punto di vista tecnico-scientifico, del “cane atleta”.

Un soggetto, quindi, inteso non solo come semplice “strumento” sportivo ma proprio come co-interprete, insieme all’atleta-uomo, di una straordinaria miriade di attività agonistiche che, pur eguagliando il fascino di quelle praticate con il cavallo, hanno la piacevole peculiarità di essere infinitamente più numerose e varie.

Il convegno, che beneficia del patrocinio del MINISTERO DELLO SPORT, CONI NAZIONALE, di SPORT E SALUTE, del COMITATO REGIONALE CONI DEL LAZIO e del COMUNE DI ROMA, si avvale della collaborazione scientifica di ORTOVET (Ortopedia e Traumatologia Veterinaria) e del CVRS (Policlinico di Medicina Sportiva Veterinaria).

Il convegno, moderato dalla Dott.ssa Maria Luisa Cocozza, giornalista e conduttrice del programma di Canale 5 “L’Arca di Noè”, saranno aperti dal presidente della Fidasc, Prof. Felice Aniello Buglione e dopo gli interventi di autorità politiche e sportive, fra i quali quello del Dott. Andrea Abodi, ministro per lo Sport e i Giovani, si articoleranno su una serie di relazioni di natura tecnico-scientifica di grande interesse.

Il convegno, infatti, rappresenta per la Fidasc e per l‘intero, vastissimo mondo della cinofilia sportiva, un vero e proprio punto di partenza per una azione di ampio respiro, anche internazionale, che possa trovare una costruttiva sinergia fra tutti i soggetti che operano in tale ambito.