FACE: ADOTTATA LA POSIZIONE SULLA FALCONERIA IN EUROPA

342

 

Il 24 settembre 2021, l’Assemblea generale di FACE, che rappresenta le opinioni di 7 milioni di cacciatori europei, ha adottato all’unanimità una posizione chiara sulla falconeria in Europa per guidare il lavoro di FACE su questo argomento. Questa posizione sostiene:

  • Promuovere la continua crescita della falconeria in Europa come arte venatoria, che salvaguarda il patrimonio culturale, apportando importanti benefici conservativi e socio-economici. Invitare le autorità nazionali o regionali a mantenere o introdurre (dove la falconeria non è ancora presente) quadri legali per consentire e promuovere la falconeria.
  • Sostenere il tradizionale uso sostenibile e giudizioso dei rapaci selvatici per la falconeria come descritto nella Direttiva Uccelli.
  • Incoraggiare la cooperazione e la solidarietà tra le organizzazioni nazionali di caccia e le loro organizzazioni di falconeria per garantire la fattibilità della falconeria come caccia sostenibile e parte di un patrimonio venatorio comune.

La falconeria è l’arte della caccia con rapaci addestrati, nata dall’antica tradizione locale in tutto il mondo e riconosciuta oggi come un fenomeno culturale globale presente ovunque. Ha svolto un ruolo fondamentale in molteplici aspetti della nostra cultura. Ha goduto di una lunga storia che risale a oltre 4000 anni fino ai giorni nostri. Parlando dopo l’adozione della posizione, il presidente di FACE Torbjorn Larsson ha dichiarato: ” FACE ha un eccellente rapporto di lavoro con l’Associazione internazionale per la falconeria e la conservazione degli uccelli rapaci (IAF) e non vede l’ora di implementare questa posizione con i suoi membri “. Ha aggiunto che “I Falconieri sono attivamente impegnati in una serie di attività di conservazione e sono partner forti per la conservazione della biodiversità “. Il presidente dell’IAF , SE Majed Al Mansouri, ha accolto con favore la dichiarazione di posizione, congratulandosi con tutti coloro che ci hanno lavorato e ringraziando i membri dell’Assemblea generale FACE che hanno votato così fortemente per accettarla. Sua Eccellenza ha proseguito dicendo: “FACE ha sempre dimostrato di essere buoni amici e validi sostenitori della IAF. Il nostro riconoscimento reciproco è vitale in qualsiasi strategia per preservare e difendere il diritto di praticare il patrimonio culturale di tutte le arti della caccia, compresa la falconeria. Che i membri di FACE abbiano un’opinione così alta della falconeria da arrivare a questa decisione è davvero una buona notizia”. La falconeria è stata riconosciuta dalla Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale (ICH) sotto l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) dal 2010 con iscrizione nazionale in 29 paesi. FACE lavora a stretto contatto con l’Associazione internazionale per la falconeria e la conservazione degli uccelli rapaci.