CONARMI. AD APRILE CORSO BALISTICA 1

292

Inizierà il prossimo 3 aprile ed avrà una durata di 30 ore il corso BALISTICA 1 organizzato da CONARMI con il patrocinio della Camera di Commercio di Brescia.

Il Corso Balistica 1 è il secondo gradino del percorso formativo dedicato alla balistica. Un approccio formativo di base al mondo della balistica in tutti i suoi molteplici aspetti: storia e tecnica delle armi, balistica interna, balistica esterna, balistica terminale e loro applicazioni forensi, legislazione per periti balistici.

È condizione indispensabile per la partecipazione al corso una minima conoscenza delle armi da fuoco.

DOCENTI Dott. Michele Frisia, Avv. Adele Morelli, Armaiolo Jacopo Pellini.

PROGRAMMA

STORIA DELLE ARMI DA FUOCO e TECNICA DELLE ARMI DA FUOCO LEGGERE Storia delle armi da fuoco, dalle origini ai giorni nostri; Le varie tipologie di armi da fuoco leggere e relativo funzionamento; Descrizione sistematica delle componenti delle armi da fuoco; Munizionamento e propellenti; Cenni di tecniche costruttive e trattamenti.

INTRODUZIONE ALLE BALISTICHE L’approccio “militare/venatorio”; Teoria cinetica dei gas e fenomeno esplosivo; L’approccio “progettuale”; Le 3+1+1 balistiche; Breve storia delle balistiche; Questioni scientifiche: leggi ed equazioni, unità di misura, errore; Breve storia della balistica forense; L’impostazione del perito/consulente tecnico; L’identificazione e la classificazione delle armi e del munizionamento – cenni; La verifica della loro funzionalità – cenni; Il ripristino di matricole e marchi – cenni.

BALISTICA INTERNA Dall’innesco della carica alla fuoriuscita del proiettile; La combustione della polvere; Analisi grafica pressione/spostamento/velocità; Bilancio energetico; Metodi di misura; Vivacità, Freebore, Deflagrazione, Detonazione; Rottura delle canne.

CENNI DI APPLICAZIONE DELLA BALISTICA INTERNA ALLA BALISTICA FORENSE La comparazione balistica – cenni; L’analisi dei residui di sparo – cenni.

BALISTICA ESTERNA La traiettoria nel vuoto; Metodi di misura; La resistenza dell’aria e la ritardazione (1^ problema balistico); I proiettili tipo; Tiro teso, tiro con angolo di sito, linea di mira; La stabilizzazione dei proiettili (cenni al 2^ problema balistico); Tiro verticale e vento laterale; Le caratteristiche dei proiettili – cenni.

CENNI DI APPLICAZIONE DELLA BALISTICA ESTERNA ALLA BALISTICA FORENSE Ricostruzione delle traiettorie per brevi e lunghe distanze – cenni; La stima delle distanze di sparo – cenni.

BALISTICA TERMINALE Comportamenti all’impatto: rimbalzo, penetrazione, perforazione, rottura; Velocità limite; Densità sezionale, energia, stopping power; Protezioni balistiche; Sperimentazioni e simulazioni; La prova dei giubbetti antiproiettile; Proiettili perforanti.

CENNI DI APPLICAZIONE DELLA BALISTICA TERMINALE ALLA BALISTICA FORENSE Balistica lesionale: generalità ed esempi; Breve storia della valutazione della lesività; Cavità temporanee e permanenti; Determinazione della distanza di sparo sulla base degli effetti terminali; Gli spari “accidentali”.

NORMATIVA ITALIANA ED EUROPEA Princìpi di classificazione delle armi (rassegna di sintesi: dalla definizione di arma da guerra a quella di simulacro). Focus sulle armi da punta/taglio; I segni identificativi delle armi e la relativa disciplina nel corso del tempo; Alcune fattispecie criminose: arma clandestina, alterazione d’arma, fabbricazione illegale d’arma; Cenni generali sulla normativa delle munizioni ad uso civile; Brevi cenni alla ricarica delle munizioni e responsabilità civile; Vademecum per la redazione della relazione tecnica; Cenni alla figura dell’esperto balistico.

BANCO NAZIONALE DI PROVA Prova delle armi da fuoco, prove speciali su parti blindate, prove su munizioni.

Per iscrizioni https://www.conarmi.org/corso.jsp?idcorso=26