UNA GRANDE GIORNATA PER LA FINALE COPPA ITALIA FEDERCACCIA SU CINGHIALE CATEGORIA “SINGOLI”

92

 

Lo scorso 15 giugno a Esperia, in provincia di Frosinone, si è svolta la finale della XXI edizione della Coppa Italia Federcaccia su Cinghiale nella categoria “singoli”.

Dopo la selezione svolta presso la Z.A.C. “I Greci” a Sant’Oliva a Pontecorvo – giudicata dell’esperto giudice federale Massimo D’Epiro – che ha visto la partecipazione di circa sessanta concorrenti provenienti da tutta Italia, sono stati cinque i finalisti che si sono contesi l’ambito titolo.

Durante la giornata finale invece l’arduo compito di giudicare i finalisti è andato all’esperto giudice Enci Luigi De Sogus – coadiuvato sempre da Massimo D’epiro – e da un nutrito quanto esperto gruppo di esperti cacciatori di cinghiale selezionati dal Presidente FIdC di Frosinone Sandro Filippi.

Il territorio di Esperia, non nuovo a manifestazioni di tale importanza e rilievo, pur offrendo un’ottima presenza di selvatici, ha messo a dura prova i cinque segugi finalisti che si sono dati battaglia per la vittoria finale.

La premiazione è stata coordinata da Sandro Filippi insieme al Presidente della Federcaccia di Esperia, nonché Presidente della sezione Prov.le della Pro Segugio di Frosinone “Ciociaria in Seguita”, la Sig.ra Margherita Paliotta.

Un ringraziamento particolare per il supporto efficiente all’utilizzo del portale Enci nelle iscrizioni, che ha aiutato non poco alla buona riuscita della manifestazione, a Federico Cucini con tutto il suo staff.

Al termine della cerimonia i complimenti dei partecipanti sono stati il ringraziamento più gratificante a cui un comitato organizzazione e una Associazione possano sperare.

Di seguito la classifica finale:

Campione Italiano classe Singolo su cinghiale Samuele Tabani da Castagneto Carducci (LI) con il segugio maremmano Ciuccio;

2° cl. Giuliano Nocentini da Montevarchi (AR) con il segugio maremmano Toret;

3° cl. Alberto Nista da Terranuova Bracciolini (AR) con il segugio maremmano David;

4° cl. Paolo Cucini da Colle Val D’Elsa (SI) con la segugia maremmana Cucini’s Lola;

5° cl. Daniele Possenti da Maiolo (RN) con Tecna del Poggio degli Etruschi.