TAR CAMPANIA. IMPROCEDIBILE IL RICORSO AL CV 2023-24 GRAZIE ALL’INTERVENTO DI FIDC CAMPANIA

47

Il Tar Campania sentenzia l’improcedibilità del ricorso proposto dalle associazioni ambientaliste contro il calendario venatorio 2023/2024 della Regione Campania, grazie all’intervento ad opponendum di Federcaccia Campania

Il Tar Campania terza sezione, su ricorso proposta da ENPA- LIPU- ODV-WWF ITALIA- E.T.S.L.ndc, Animal protection APS, per l’annullamento degli atti della delibera di Giunta Regionale n.434 del 19.7.2023, con la quale la Regione Campania aveva provveduto all’approvazione del calendario venatorio 2023/2024 e successive determinazioni nonché degli atti con cui erano stati adottati i piani faunistici provinciali delle pronunce di Avellino, Benevento, Caserta, Napoli e Salerno, ha emesso il 27 giugno 2024 sentenza n. 4024/2024 con la quale, in accoglimento dell’eccezione sollevata da FIDC Campania, ha sancito l’improcedibilità per sopravvenuta carenza di interesse alla decisione.
Difatti, la FIDC Campania, unica associazione intervenuta nel giudizio, con l’ausilio degli avvocati Alberto Maria Bruni e Paola Pisaturo, intervenendo ad opponendum nel giudizio de quo aveva eccepito l’ improcedibilità del ricorso per sopravvenuta carenza di interesse, in quanto alla data fissata per l’udienza di merito il calendario venatorio 2023/2024 non avrebbe avuto più efficacia.
FEDERCACCIA CAMPANIA
Il Presidente p.t.
Avv. Modestino Bianco