LOMBARDIA. RIUNITA LA CONSULTA FAUNISTICO-VENATORIA REGIONALE

287

 

Si è riunita ieri per la prima volta la Consulta Faunistico Venatoria Regionale; i lavori sono stati aperti dal saluto del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e sono stati poi condotti e coordinati dall’Assessore Regionale Fabio Rolfi. Tre i punti all’ordine del giorno: la questione anellini, il calendario venatorio e il Piano Faunistico Venatorio Regionale. Sugli anellini il dibattito è stato ampio ed approfondito ma senza che sia stata trovata una soluzione definitiva sulla sorte dei 425.000 richiami vivi detenuti dai cacciatori lombardi. Solo risolvendo la questione delle tolleranze dimensionali si potrà dare certezza e serenità ai cacciatori per la prossima stagione venatoria ma tra gli astanti, nonostante le sollecitazioni del nostro presidente l’avv. Lorenzo Bertacchi, non si è arrivati ad una soluzione condivisa e tutto è stato rimandato ad un approfondimento degli uffici. Nemmeno per l’individuazione dei futuri anellini di allevamento ci sono certezze se non individuare nell’anello in acciaio la scelta preferenziale. Per il Calendario Venatorio il responsabile degli uffici ha comunicato che la bozza verrà predisposta a breve, dopo il recepimento delle indicazioni delle Consulte Provinciali, e verrà sottoposta a Vinca ed il calendario sarà pubblicato entro il 15 giugno. Infine sul Piano Faunistico Venatorio, è stato comunicato che verrà reso pubblico il 14 febbraio e a partire da quella data le associazioni venatorie avranno 40 giorni di tempo per fare le loro osservazioni. Ovviamente avremo modo di riprendere sulla nostra rubrica questo argomento di fondamentale importanza.

(Fonte FIDC BRESCIA – CACCIAPENSIERI)