DALLE MARCHE UN CONTRIBUTO PER LA CONOSCENZA DELLA BIOLOGIA RIPRODUTTIVA DELLA TORTORA

162

Un lavoro di squadra e l’impegno del delegato ACMA di Pesaro-Urbino, dott. Roberto Donnini ha consentito di monitorare la nidificazione di una coppia di tortore e di valutare i tempi di crescita dei due pulcini e di verificare l’involo di entrambi, per fortuna senza predazioni o eventi atmosferici che avrebbero potuto compromettere il successo riproduttivo di questa coppia.

Tutte le osservazioni sono state compiute a distanza di giorni e non hanno comportato disturbo come verificato dall’involo di entrambi i pulcini.

La Regione Marche è tra le più interessanti per la nidificazione della specie con una popolazione regionale in aumento e una forte tradizione venatoria alla specie. La conoscenza della produttività annuale di giovani è un parametro fondamentale per stimare la quota di capi prelevabili nell’ambito del progetto europeo di prelievo adattativo. Questo importante esempio dimostra che è possibile studiare correttamente questa specie nella delicata fase riproduttiva e ottenere i dati scientifici necessari per la conservazione della caccia sostenibile alla tortora selvatica.

Nel PDF allegato tutte le immagini e i particolari dello studio