Progetti e Ricerche

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
23 Ottobre 2017

Benvenuti in Federcaccia Online

UFFICIO AVIFAUNA MIGRATORIA FIDC: I PROGETTI DI RICERCA SULLE SPECIE
< indietro


I DIARI DI CACCIA: IL CONTRIBUTO DEI CACCIATORI NELLA RACCOLTA DATI SUI PRELIEVI


L’Ufficio si pone l’obbiettivo di effettuare studi statistici da presentare come strumento in difesa della caccia a determinate specie. Le informazioni necessarie alla ricerca possono essere fornite solo dai cacciatori, poiché riguardano dati fondamentali sull’attività venatoria svolta. 

I dati raccolti, che verranno trasmessi all’Ufficio, saranno registrati ed elaborati e costituiranno la base per relazioni tecnico-scientifiche a supporto della caccia da  presentare alle competenti sedi istituzionali italiane ed europee.

Anche quest’ anno quindi, in prospettiva di una sempre maggiore adesione e con l’intento di riuscire a mettere in piedi una rete di collaboratori sempre più estesa e in grado di offrire copertura per l’intero territorio nazionale, prosegue l’iniziativa dei diari di caccia intrapresa dall’Ufficio Avifauna Migratoria Fidc per la raccolta dati sugli abbattimenti.

Tutti i cacciatori appassionati sono invitati a dare il proprio contributo. 
Nell’ottica di una migliore diffusione del progetto, si è provveduto a stampare i diari da distribuire ai cacciatori interessati a partecipare.
Per aderire basta scrivere all’Ufficio Avifauna Migratoria Fidc (mail  avifaunasegreteria@fidc.it o  fax  06/844094217), indicando i seguenti dati:
NOME E COGNOME, E-MAIL, INDIRIZZO, CELLULARE e SPECIE (una o più) per cui si intende collaborare.
Verrà in seguito spedito a casa il diario (o i diari nel caso di più specie) che permetterà di annotare le informazioni rilevanti sulle giornate di caccia (es. numero abbattimenti, avvistamenti, ore di caccia ecc) utili per i futuri studi. Alla fine della stagione venatoria sarà necessario rispedire il diario (o le fotocopie) all’Ufficio Avifauna Fidc agli indirizzi sopra indicati.

Per approfondire:

PUBBLICAZIONI STUDI E RICERCHE FEDERCACCIA

ANALISI DELLA FENOLOGIA MIGRATORIA DEI CARNIERI E DELLE PREFERENZE AMBIENTALI DI BECCACCINO E FRULLINO IN ITALIA

INDICAZIONI GESTIONALI PER ALLODOLA E TURDIDI CACCIABILI IN ITALIA 

            
    
    



UCCELLI ACQUATICI: RICERCA SULLA MIGRAZIONE PRENUZIALE CON CENSIMENTI PER DECADI

L’ Ufficio Avifauna Migratoria-FIDC in collaborazione con l’ACMA ha intrapreso una ricerca, che dimostri quali sono le reali date di inizio della migrazione di ritorno ai luoghi di nidificazione (prenuziale) degli anatidi e uccelli acquatici attraverso l’Italia. Questo studio si propone di contribuire a un aggiornamento del documento Ornis Key Concepts che è il testo ufficiale adottato dall’UE oggi vigente per la determinazione delle stagioni di caccia.

Il metodo prevede il conteggio degli uccelli presenti in un campione di zone umide italiane una volta per ogni decade dall’inizio di gennaio alla fine di Febbraio.

Attraverso l’analisi della variazione del numero di soggetti presenti, in diminuzione o in aumento, su tutto il campione, sarà possibile determinare il periodo in cui gli uccelli presenti partono e quello in cui ne arrivano di nuovi in  migrazione.

Se il campione risulterà sufficientemente ampio sarà anche possibile determinare l’inizio della migrazione per macro regioni (Nord Centro Sud) d’Italia.

Tale iniziativa, con la caratteristica di priorità,  sarà collegata anche alle altre,  già da tempo avviate, intraprese da ACMA relative al censimento invernale degli acquatici e al censimento invernale di pavoncelle e pivieri in aree di terra.

Face il 2 febbraio, giornata mondiale delle zone umide, ha voluto dare un pubblico riconoscimento all'impegno, silenzioso e spesso misconosciuto, dei cacciatori - in questo caso italiani e molti appartenenti ad ACMA-FIDC - agli importanti censimenti sulla avifauna acquatica che si tengono anche nel nostro Paese
http://www.federcaccia.org/news_show.php?idn=5233 


Per maggiori informazioni: avifaunasegreteria@fidc.it 


Consulta anche la pagina dedicata ai Migratori Acquatici nella sezione AVIFAUNA


ALLODOLA: MONITORAGGIO DELLA MIGRAZIONE AUTUNNALE



L’Associazione “Gruppo Inanellamento Limicoli (G.I.L., Napoli) coordinato dal Prof. Sergio Scebba, in collaborazione con l’Ufficio Avifauna Migratoria Fidc, ha intrapreso un progetto che prevede l’attività di inanellamento mediante una costante e standardizzata attività di cattura per il monitoraggio della migrazione post-riproduttiva e per la caratterizzazione biometrica della popolazione migrante.

Viene presa in considerazione la migrazione autunnale per la seconda e terza decade di ottobre e per la prima decade di novembre in modo da monitorare il flusso migratorio nel periodo post-riproduttivo ed accertare eventuali fluttuazioni delle popolazioni migranti. Durante le operazioni di campo si procederà alla raccolta di informazioni biometriche e fisiologiche sulle Allodole in migrazione nella Piana del Volturno.

I dati così archiviati verranno utilizzati per impostare procedure di valutazione dell’entità del flusso migratorio, nonché di caratterizzazione biometrica della popolazione migrante.

Per i risultati delle ricerche CLICCA QUI

Pubblicazione nella rivista scientifica "Ringing & Migration" dello studio compiuto in Campania sulla migrazione prenuziale dell'allodola

Per maggiori informazioni: avifaunasegreteria@fidc.it




BECCACCIA: SCOLOPAX OVERLAND (PROGETTO MURKERICH)

L’associazione Amici di Scolopax e l’Ufficio Avifauna Migratoria hanno intrapreso una ricerca finalizzata allo studio, all’osservazione e all’analisi della migrazione della beccaccia attraverso il monitoraggio satellitare.

SCOLOPAX OVERLAND (Progetto Murkerich), così è denominato il progetto,  nasce dall’esigenza di approfondire ed allargare gli studi e le ricerche sulla beccaccia destinate ad ottenere maggiori e più precise informazioni e riferimenti circa i movimenti migratori pre-nuziali e post-nuziali,  la distribuzione  e gli erratismi.

I dati forniranno un ulteriore elemento per una migliore conoscenza della specie finalizzato alla conservazione della Scolopax rusticola.

Il nome del programma “Scolopax Overland” nasce dalle particolari caratteristiche di questo affascinante uccello migratore che percorre ogni anno in lungo e largo i cieli del nostro continente, mentre il nome “Murkerich” è liberamente ispirato da una fiaba dello scrittore tedesco Hermann Loens che nel 1920 volle dedicare una immaginifica ed emozionante avventura di un maschio di beccaccia nei cieli d’Europa.

OBIETTIVO:

- Studio della migrazione della popolazione svernante in Italia.

- Definizione delle direttrici migratorie e distribuzione all’interno degli areali di

riproduzione.

- Studio delle attività nelle fasi pre-nuziali e post-nuziali.

- Studio degli erratismi.

- Valutazione della fedeltà al territorio.

- Comparazione con gli studi degli isotopi stabili.

CLICCA QUI PER SEGUIRE IN TEMPO REALE IL VIAGGIO DELLE BECCACCE
 

Per avere maggiori informazioni sul progetto è possibile scrivere a info@scolopax.it o avifaunasegreteria@fidc.it .

Se sei un cacciatore appassionato di beccacce e vuoi dare il tuo contributo alle nostre ricerche clicca QUI



TORDO BOTTACCIO:  RICERCA PER LA DETERMINAZIONE DELLA DATA DELLA MIGRAZIONE PRENUZIALE

Il progetto di ricerca iniziato nel 2010 è realizzato in collaborazione con l’Associazione “Gruppo Inanellamento Limicoli” (G.I.L.,Napoli)  e  prevede lo svolgimento di attività di inanellamento per la specie del Tordo Bottaccio nell’arco di tempo gennaio-marzo. Nel 2012 la ricerca si è concentrata sul litorale Adriatico effettuando il monitoraggio in Località Acquatina, in provincia di Lecce. 
Nel 2013 e nel 2014 l’attività è proseguita aggiungendo alla stazione di rilevamento di Lecce anche una nel Lazio, località Masseria la Valle (provincia Latina). Durante le operazioni di cattura si procede anche alla raccolta di informazioni biometriche e fisiologiche.

Pubblicazione del lavoro triennale di ricerca sulla migrazione del Tordo Bottaccio nel Lazio intitolato “Timing of the spring migration of the Song Thrush Turdus philomelos through southern Italy”, degli Autori Sergio Scebba, Michele Soprano e Michele Sorrenti, sul numero 36/2014 della rivista ornitologica scientifica "THE RING".

Pubblicazione sul n.4/2015 della rivista "Gli Uccelli d'Italia" della Società Ornitologica Italiana dello studio triennale sulla migrazione prenuziale del tordo bottaccio in Puglia degli autori Sergio Scebba, Giuseppe La Gioia e Michele Sorrenti 

Per maggiori informazioni: avifaunasegreteria@fidc.it

Guarda la pagina dedicata al TORDO BOTTACCIO nella sezione AVIFAUNA


PROGETTO TURDIDI IN CALABRIA:

Il progetto di ricerca è stato intrapreso anche in Calabria dall’ufficio avifauna migratoria federcaccia Calabria, in collaborazione con Ucim che sta realizzando una rete di stazioni di inanellamento ai fini della determinazione della data di inzio della migrazione  prenuziale.
E' in corso di preparazione un lavoro scientifico per un rivista ornitologica internazionale.



Progetto Turdidi Calabria








PROGETTO TURDIDI IN UMBRIA:
Il progetto è condotto dal Dott. Daniel Tramontana e dal Dott. Sauro Giannerini con la collaborazione della Regione Umbria, dell'Ucim e della FIdC di Perugia e Terni; con l'utilizzo dei radiotrasmettitori lo studio mira al monitoraggio delle fasi di svernamento  e alla determinazione della data di inizio della migrazione pre-nuziale. E' in corso di pubblicazione un elaborato tecnico - scientifico redatto dall'Osservatorio Faunistico Regionale dell'Umbria che riassume i tre anni di monitoraggio (2012-2013-2014)



PROGETTO BECCACCINO E FRULLINO

L’Ufficio Avifauna Migratoria Fidc  ha predisposto il progetto ”Beccaccino e Frullino” finalizzato alla raccolta dei dati fondamentali per la ricerca sulle specie che solo i cacciatori sono in grado di censire e monitorare  in modo efficiente. Questo progetto/studio è stato oggetto anche di una tesi di laurea presso l’Università di Firenze ad opera del coordinatore Dottor Daniel Tramontana.

Il lavoro è stato presentato nell'ambito del progetto Face sul Frullino nell’ambito dell’Accordo con l’Unione Europea che prevede il monitoraggio dello stato di conservazione della specie. I risultati sono stati pubblicati nel  documento "Metodologia per il piano di recupero di specie di uccelli nell'Unione Europea" a cura di BirdLife e Face - marzo 2012 pubblicato nella pagina web dedicata alle iniziative per la caccia sostenibile della Commissione Ambiente Europea (http://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/wildbirds/hunting/index_en.htm)


Invitiamo i cacciatori interessati a richiedere il diario di caccia all’ufficio chiamando i numeri 06 844094207 – 204 che a fine stagione andrà restituito (via posta presso il nostro Ufficio o inviando le fotocopie per fax al nr 06 844094217), dopo la dovuta compilazione in ogni sua parte; i dati saranno successivamente oggetto di studio/statistico.

Per i risultati della ricerca CLICCA QUI

Per maggiori informazioni scrivere a avifaunasegreteria@fidc.it


PROGETTO ANASAT: MONITORAGGIO SU ANATIDI TRAMITE TELEMETRIA SATELLITARE

Dopo gli importanti risultati ottenuti con il progetto sul monitoraggio satellitare della beccaccia nell’ambito dell’iniziativa “Scolopax Overland”, parte nel 2014 un progetto intrapreso da ACMA, con il sostegno dell’Ufficio Avifauna Migratoria FIDC e in collaborazione con il Centro Interuniversitario di Ricerca sulla Selvaggina e sui Miglioramenti Ambientali a fini Faunistici (CIRSeMAF), con lo scopo di approfondire le conoscenze sulle strategie migratorie di alcune specie di Anatidi facendo ricorso ad una tecnologia telemetrica satellitare (sistema Argos), lo stesso utilizzato da Amici di Scolopax per il monitoraggio delle beccacce,  in grado di registrare in automatico dati su posizione e spostamenti degli animali, così da portare precisi elementi di conoscenza sui loro effettivi spostamenti e sulla loro relativa temporalità stagionale; dati questi di sempre maggior importanza anche in ottica di stesura dei calendari venatori regionali.
L'obiettivo del progetto è la determinazione della fenologia, delle rotte migratorie e delle aree di nidificazione di alcune popolazioni svernanti della specie target.





Visita il portale dedicato http://www.progettoanatidisatellitare.com/ 

 




PROGETTO CESENA IN LOMBARDIA

FIdC Lombardia e Ufficio Avifauna Migratoria, in collaborazione con l'Università di Milano, hanno intrapreso una ricerca inedita sulla cesena in Lombardia, per valutare la fenologia, gli areali di riproduzione e il comportamento invernale. La tecnologia utilizzata è il radio tracking satellitare, cioè la metodica che può fornire le informazioni più complete e raffinate sugli spostamenti degli individui e le aree raggiunte, grazie alla precisa localizzazione con GPS e alla trasmissione di questi dati al satellite ARGOS.

Video sul progetto
https://www.youtube.com/watch?v=gc8l6zk_ZbM



PROGETTO DI MONITORAGGIO DEI PASSERIFORMI SUI VALICHI PREALPINI   

Il progetto di monitoraggio dei passeriformi sui valichi prealpini, avviato del 2013, riveste una notevole importanza dal punto di vista scientifico, per cercare di rispondere alle domande sulle migrazioni post-riproduttive, ma anche per avvicinare le persone che hanno sempre voluto assistere a questo fenomeno, ma non ne hanno avuto occasione.
Le operazioni di monitoraggio sono condotte da Federcaccia Vicenza in collaborazione con la polizia provinciale, all'interno del progetto dei valichi prealpini promosso dalla Regione Veneto, Veneto Agricoltura e supportato dall'Ufficio Avifauna Migratoria di Federcaccia. Le operazioni di monitoraggio si svolgono nei passi Mesole e Ristele tra i comuni di Recoaro e Crespadoro, le due più importanti vie di migrazione (flyway) del Veneto e  si focalizzano in particolare su fringuelli e peppole da volontari opportunamente formati che registrano il passaggio degli esemplari durante il periodo seguente la riproduzione.

Video https://www.youtube.com/watch?v=Ye8oubrdK2M&t=27s



PROGETTO RACCOLTA ALI TORTORA SELVATICA 

L'Ufficio Avifauna Migratoria FIdC  sta collaborando con Face per la predisposizione del Piano di Gestione Internazionale UE. Nell'ambito di questo impegno di ricerca l'Ufficio ha intrapreso nel 2016 un progetto sulla raccolta ali dei capi abbattuti in tutta Italia con lo scopo di conoscere la struttura e il successo riproduttivo delle popolazioni che vengono cacciate in Italia, poiché la diminuzione della produttività di giovani appare una delle cause del declino. L' iniziativa è rivolta a tutti i cacciatori che si dedicano alla tortora il cui contributo è di fondamentale importanza per poter fornire all'Europa dati a sostegno della cacciabilità di questa specie. Per maggiori informazioni e aderire al progetto è possibile scrivere a avifaunasegreteria@fidc.it o telefonare a Marco Fasoli responsabile del progetto al numero 3470557445. Per visualizzare i resoconti della lettura della Ali clicca sul seguente link http://www.federcaccia.org/progetti_ricerche.php?idn=40







 


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it