Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana della Caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
23 Settembre 2020

Benvenuti in Federcaccia Online

03 Febbraio 2020
A MALTA UNA TRASFERTA IMPORTANTE PER LA CINOFILIA
< indietro



Come già lo scorso anno, si è ripetuto in terra maltese un interessante quanto soddisfacente gemellaggio cinofilo venatorio fra la Federazione Italiana della Caccia e la locale associazione dei cacciatori, la FKNK.

Alla fine dello scorso gennaio, Alberto Dandolo e Massimo Torelli - cinofili che non hanno bisogno di presentazione anche per i numerosi risultati che hanno contraddistinto negli anni il loro impegno agonistico specialmente nella specialità S.Uberto - si sono recati a Malta in qualità di giudici FIdC proprio per mettere la loro esperienza al servizio degli appassionati locali, giudicando una S.Uberto organizzata dalla Ghknk di Mellieha.

Alla manifestazione, oltre al presidente della Federazione dei cacciatori maltese Joseph Perici Calascione, ha presenziato anche un rappresentante del Governo maltese per dimostrare la vicinanza al mondo venatorio locale e supportare l'interesse dei cinofili dell'isola ad entrare nel circuito delle prove internazionali.

Dopo aver tenuto un incontro informativo la sera precedente la gara per meglio esporre il regolamento della specialità, che come ricordiamo è stata "inventata" proprio da Federcaccia ormai mezzo secolo fa, divenendo poi una formula praticata in tutta Europa, Dandolo e Torelli hanno giudicato una quarantina circa di concorrenti, suddivisi in due batterie.

Semplicemente spettacolari - a detta dei due tecnici italiani - i terreni dove è stata corsa la prova, un promontorio sul mare dalle caratteristiche atte a selezionare i concorrenti scesi in campo, con qualche riserva forse solo per le razze inglesi, un po' frenate dagli spazi ad esprimere appieno le caratteristiche di razza. Decisamente più a loro agio i bracchi maltesi, razza locale da cerca che ha positivamente colpito i nostri giudici.

Alta l'attenzione dei locali, sia cacciatori che agonisti, e delle autorità per la specialità S.Uberto, tanto che è stato espresso l'interesse a formare un gruppo di giudici specializzati in questa disciplina in Italia, proprio sotto l'egida della Federcaccia, per allargare il numero di prove da organizzare sul territorio della Repubblica e poterle giudicare autonomamente. Unico freno, al momento, la possibilità per i cinofili maltesi di programmare le manifestazioni di questa natura solo durante il periodo di caccia, mentre come è logico in tutti gli altri Paesi, Italia compresa, è proprio a stagione venatoria conclusa che più ci si concentra sull'agonismo. Anche per questo motivo, una maggiore richiesta da parte degli appassionati potrebbe indurre il Governo maltese a mettere in linea la propria legislazione in materia con quella degli altri Paesi europei.












stampa la pagina


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it