Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana della Caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
16 Ottobre 2019

Benvenuti in Federcaccia Online

19 Gennaio 2019
UMBRIA. CACCIA DI SELEZIONE, DAL TAR VIA LIBERA AGLI ABBATTIMENTI
< indietro

 

Preso atto con soddisfazione della sentenza n. 27/2019 del TAR dell’Umbria che ha stabilito la legittimità degli atti assunti dalla Regione, Federcaccia Umbra ritiene doveroso ringraziare l’Assessore Regionale Fernanda Cecchini e tutto lo staff dirigenziale per aver supportato con la massima professionalità quanto deliberato nel Calendario Venatorio della stagione 2018/2019.

Le memorie difensive della Regione Umbria, coadiuvate e supportate anche dall’Avvocato Alberto Maria Bruni di Federcaccia Nazionale, incaricato anche da tutte le Associazioni Venatorie Umbre, hanno saputo contrastare con la documentazione scientifica necessaria le argomentazioni addotte dal WWF Umbria.

Il pronunciamento del Tribunale Amministrativo Regionale, che ha revocato la sospensione del prelievo per le specie Daino e Capriolo, consentendo quindi di far ripartire regolarmente l’attività della caccia di selezione nei tempi e nei modi previsti dal calendario venatorio regionale, non è una vittoria per i cacciatori, è una vittoria per chi nella nostra Regione emana delibere con il supporto scientifico.

Troppo spesso, negli ultimi anni, siamo stati vittime di ricorsi da parte di associazioni ambientaliste ed animaliste, molte volte infondati, che costringono i legislatori a sospendere le attività di prelievo venatorio in attesa di giudizio, inconsci che questo non porta un danno ai cacciatori ma agli equilibri della popolazione delle specie cacciabili, un aumento delle probabilità di insorgenza di epidemie tra le stesse, un aumento della probabilità di incidenti stradali e un ingente aumento dei danni alle produzioni agricole, divenuti oramai insostenibili per i nostri imprenditori.

Nel pronunciamento del Tribunale è inoltre emersa la necessità dell’approvazione di un nuovo Piano Faunistico Regionale. Sappiamo che i tecnici faunistici della Regione stanno già lavorando e, a tal proposito, ci dichiariamo sin da ora disponibili a fornire il nostro massimo contributo tramite gli uffici avifauna stanziale e migratoria di Federcaccia Nazionale. Auspichiamo che il nuovo Piano venga approvato i tempi brevi, affinché la prossima stagione venatoria possa avviarsi in piena legittimità.

Respingiamo con forza le assurde e farneticanti considerazioni fatte dal responsabile del WWF Perugia Sauro Presenzini, frutto ancora una volta del solito livore anticaccia, confermando al tempo stesso la nostra piena fiducia e sostegno all’operato dell’Assessore e di tutta la struttura tecnica regionale.

Non possiamo, infine, sottacere il rilevante danno causato dal mancato esercizio venatorio dei cacciatori di selezione, valutando un esposto alla Corte dei Conti per richiedere al WWF il giusto risarcimento per tutti i giorni in cui tale categoria di cacciatori non ha potuto praticare l’esercizio di caccia, pur avendo versato le regolari tasse di concessione governativa e regionale. A tale danno si aggiunge quello, ancor più ingente, causato alle produzioni agricole, per il quale chiederemo il supporto a tutte le Associazioni Agricole Umbre per un’azione congiunta.









stampa la pagina


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it