Il Consiglio Nazionale della Federazione Italiana della Caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
8 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online

12 Ottobre 2016
NELLA DECISIONE DEL TAR LOMBARDIA SULL´ALLODOLA DECISIVO IL CONTRIBUTO DI FIDC LOMBARDIA E UFFICIO AVIFAUNA MIGRATORIA
< indietro


Il TAR della Lombardia ha respinto in sede cautelare il ricorso LAC che chiedeva l'annullamento della delibera regionale, che disciplina il prelievo della specie allodola, in cui vi è un discostamento dal parere ISPRA.

A questo proposito si sono rivelate determinanti le motivazioni e le scelte operate dalla Regione Lombardia presenti in delibera, che hanno recepito, seppure solo parzialmente, le proposte di FIdC Lombardia e Ufficio Avifauna Migratoria, presentate e discusse nel corso delle riunioni preliminari di consultazione con i portatori d'interesse.

Come noto l'anno scorso il TAR annullò il decreto che stabiliva il carniere giornaliero e annuale per cacciatore rispettivamente in 20 e 80 capi, mentre ISPRA propone 10 e 50 capi per cacciatore. La motivazione del TAR fu allora che non apparivano sufficienti le motivazioni presenti in delibera per sostenere il discostamento dal parere ISPRA.

Quest'anno FIdC e Ufficio Avifauna Migratoria hanno presentato osservazioni e suggerimenti su come analizzare i dati dei prelievi e come argomentare le motivazioni per sostenere un aumento del prelievo almeno a 20-80 sia per l'appostamento fisso che per l'appostamento temporaneo.

Dall'analisi dei dati suggerita da FIdC, Regione Lombardia ha ritenuto sussistere la possibilità di consentire, almeno agli specialisti da appostamento fisso, di prelevare 80 capi annuali invece di 50, e il limite giornaliero è stato portato a 20 sia per i cacciatori vaganti che per quelli da appostamento (fisso e temporaneo). Non è proprio quanto FIdC voleva, ma è stato un passo positivo verso la condivisione, da parte della Regione Lombardia, della strategia FIdC e Ufficio Avifauna Migratoria di fondare ogni scelta su analisi di dati tecnico-scientifici, e di inserire i concetti proposti come motivazioni.

FIdC Lombardia e Ufficio Avifauna Migratoria ringraziano la Regione, e auspicano per il futuro una sempre maggiore condivisione delle proposte e suggerimenti FIdC per la gestione faunistico-venatoria, rivelatisi vincenti anche nel confronto con la Giustizia Amministrativa almeno nella fase cautelare.
(Federcaccia Lombardia - Ufficio Avifauna Migratoria)









stampa la pagina


Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it