Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
22 Febbraio 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

GABBIANO CORSO (Larus audouinii)
< indietro


a cura di Mario Spagnesi





Inquadramento  sistematico

Ordine
Caradriformi
Famiglia
Laridi
Genere
Larus


Distribuzione
Specie sedentaria e dispersiva endemica del Mediterraneo. L’areale riproduttivo si estende da Gibilterra alle coste della Turchia, ma i tre quarti della popolazione complessiva è concentrata in due sole colonie lungo la costa spagnola. Durante l’inverno si rinviene anche lungo le coste atlantiche dell’Africa nord-occidentale.
In Italia è nidificante e in piccola parte sedentario in isolette della Sardegna, dell’Arcipelago Toscano e della Puglia.

Dove vive
Frequenta il mare aperto e, nella stagione riproduttiva, piccole isole rocciose o erbose, scogliere con macchia mediterranea rada.

Alimentazione
Si ciba di piccoli Pesci, Crostacei, Molluschi e residui alimentari gettati in mare dalle imbarcazioni.

Comportamento
La biologia e il comportamento di questo gabbiano europeo sono poco noti. Ha tendenze gregarie in piccoli gruppi o in coppie e nidifica in colonie composte anche da un centinaio di individui. Si posa volentieri in acqua e pesca sulla superficie spesso associato ad altri gabbiani e berte. Ha un volo sostenuto, spesso veleggiato.

Riproduzione
Periodo riproduttivo: depone le uova tra metà aprile e giugno; una covata l’anno.
Nido: di alghe secche più o meno nascosto tra la vegetazione cespugliosa su coste e isolotti rocciosi e scoscesi.
Uova: in genere 2-3.
Cova: 28-29 giorni. L’incubazione è effettuata sia dalla femmina che dal maschio.
Cure parentali: i pulcini vengono accuditi da entrambi i genitori. I giovani sono atti al volo all’età di 35-40 giorni.

Status e conservazione
La specie in Europa era in passato minacciata di estinzione, ma attualmente le popolazioni, per quanto localizzate, appaiono in netta ripresa.

Livello di protezione
Convenzione di Bonn, all. I: specie minacciata.
Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Direttiva Uccelli 79/409/CEE, all. I: specie nei confronti della quale sono previste misure speciali di conservazione per quanto riguarda l’habitat.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.

 

Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it