Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
22 Febbraio 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

FALCO PECCHIAIOLO (Pernis apivorus)
< indietro


a cura di Mario Spagnesi





Inquadramento  sistematico

Ordine
Falconiformi
Famiglia
Accipitridi
Genere
Pernis


Distribuzione
Specie migratrice a lungo raggio, che nidifica in tutto il Paleartico Occidentale e in parte dell’Asia occidentale; le aree di svernamento delle popolazioni europee sono situate nell’Africa equatoriale centro-occidentale. La migrazione post-riproduttiva verso i quartieri di svernamento si svolge tra la fine di agosto e la fine di ottobre, mentre quella pre-riproduttiva verso i quartieri di nidificazione ha luogo tra la metà di aprile e la metà di giugno.
In Italia è nidificante e migratore regolare. Nel nostro Paese si insedia per nidificare sull’intero arco alpino e lungo la catena appenninica.

Dove vive
È un rapace tipico di zone boscate sia di pianura che di montagna, alternate ad aree aperte (pascoli, prati, seminativi) ove ricerca il cibo.

Alimentazione
Si ciba in prevalenza di larve e adulti di Imenotteri sociali (vespe, calabroni, bombi), ma pure di altre specie di Insetti; occasionalmente preda piccoli Vertebrati (Rettili, Anfibi, nidiacei e uova di Uccelli, micromammiferi).

Comportamento
Conduce vita di coppia e si riunisce in stormi più o meno numerosi per compiere la migrazione, che avviene esclusivamente nelle ore diurne. Nel periodo riproduttivo è territoriale e difende un’area di caccia di circa 10 kmq. Abitualmente utilizza il volo planato, ma è in grado di praticare con maestria anche il volo battuto.

Riproduzione
Periodo riproduttivo: depone le uova tra fine maggio e giugno; una covata l’anno.
Nido: sugli alberi in corrispondenza di biforcazioni o alla base di grossi rami.
Uova: in genere 2.
Cova: circa un mese. L’incubazione è effettuata soprattutto dalla femmina.
Cure parentali: i pulcini sono nidicoli e rimangono nel nido per 35-40 giorni; nei successivi 8-10 giorni sono in grado di camminare sui rami, quindi s’involano definitivamente, ma rimangono dipendenti dai genitori per altre 2-3 settimane.

Status e conservazione
La specie in Europa non è inclusa tra quelle a priorità di conservazione e le popolazioni nidificanti si mantengono stabili.

Livello di protezione
Convenzione di Bonn, all. II: specie nei confronti della quale sono richiesti accordi internazionali per la sua conservazione e gestione.
Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Direttiva Uccelli 79/409/CEE, all. I: specie nei confronti della quale sono previste misure speciali di conservazione per quanto riguarda l’habitat.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.

 

Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it