Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
7 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

FALCO DELLA REGINA (Falco eleonorae)
< indietro


a cura di Mario Spagnesi





Inquadramento  sistematico

Ordine
Falconiformi
Famiglia
Falconidi
Genere
Falco


Distribuzione
Specie migratrice a lungo raggio, diffusa come nidificante nei paesi del bacino del Mediterraneo e nelle Isole Canarie. Sverna essenzialmente in Africa orientale, Madagascar e piccoli arcipelaghi dell’Oceano Indiano.
In Italia è estivo e nidificante: giunge tra maggio e luglio e riparte verso la fine di ottobre.

Dove vive
Durante la stagione riproduttiva vive in colonie su isolotti rocciosi o scogliere marine difficilmente accessibili, mentre negli altri periodi dell’anno frequenta ambienti anche molto diversi lontani dal mare.

Alimentazione
Si ciba di Uccelli di piccola mole, insetti, lucertole, Mammiferi di piccola dimensione.

Comportamento
È spiccatamente sociale in ogni periodo dell’anno e difende in gruppo l’area ove è insediata la colonia. Nell’ambito della colonia le singole coppie mantengono comunque territori esclusivi. Abilissimo volatore, si trattiene in volo per molte ore a caccia di prede, che cattura con grande agilità sia durante il giorno sia all’imbrunire e, a volte, anche con visibilità assai scarsa.

Riproduzione
Periodo riproduttivo: depone le uova tra fine luglio e la prima decade di agosto; una covata l’anno.
Nido: in una piccola depressione posta in cavità su scogliere difficilmente accessibili.
Uova: in genere 2-4.
Cova: circa 28 giorni. L’incubazione è effettuata essenzialmente dalla femmina.
Cure parentali: i pulcini sono nidicoli e vengono alimentati esclusivamente dalla madre con le prede procurate dal maschio. I giovani lasciano il nido all’età di circa un mese.

Status e conservazione
La specie in Europa ha uno stato di conservazione sfavorevole ed è ritenuta rara. La popolazione italiana appare stabile.

Livello di protezione
Convenzione di Bonn, all.II: specie nei confronti della quale sono richiesti accordi internazionali per la sua conservazione e gestione.
Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Direttiva Uccelli 79/409/CEE, all. I: specie nei confronti della quale sono previste misure speciali di conservazione per quanto riguarda l’habitat.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.

 

Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it