Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
4 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

LINCE (Lynx Lynx)
< indietro

a cura di Mario Spagnesi

Lince


Inquadramento sistematico


Ordine  Sottordine  Famiglia  Sottofamiglia  Genere 
 Carnivori   Fissipedi  Felidi  Panterini  Lynx 

Distribuzione
Specie diffusa con areale continuo dalla costa pacifica dell’Asia fino alla Scandinavia, mentre in Europa centro-meridionale è presente con popolazioni frammentate.
In Italia venne considerata estinta sull’arco alpino nella prima metà del XX secolo. Negli ultimi anni dello stesso secolo le Alpi orientali (dal tarvisiano, al Veneto e fino al Trentino orientale) sono state interessate da un naturale fenomeno di ricolonizzazione da parte di esemplari provenienti dalla popolazione slovena. Sporadicamente vengono segnalati alcuni individui in Lombardia provenienti dalle popolazioni svizzere.


Dove vive

Frequenta gli ambienti forestali caratterizzati da elevate densità di prede.


Alimentazione

Preda in prevalenza Ungulati, selezionando di solito le specie di minori dimensioni come caprioli e camosci oppure femmine o giovani di Cervo; può catturare anche lepri, Roditori e Uccelli quando la densità degli Ungulati non è elevata.


Comportamento

Entrambi i sessi hanno abitudini solitarie e sono territoriali. I singoli territori sono segnalati con secreti associati all’urina ed agli escrementi, e vengono difesi dai conspecifici dello stesso sesso. È prevalentemente attiva di notte e al crepuscolo, e trascorre le altre ore della notte e del giorno per lo più dormendo. Per quanto dotata di una corsa veloce, si muove al passo con circospezione; non si arrampica abitualmente e mai molto in alto. Caccia avvicinandosi furtivamente alla preda utilizzando ogni possibile copertura e, se necessario, resta immobile a lungo. A volte caccia all’agguato da una posizione sopraelevata (più spesso dall’alto di un ramo), da dove balza direttamente sulla preda. È dotata di ottimo udito e buona vista.

Riproduzione
Periodo riproduttivo: tra febbraio e aprile.
Gestazione: circa 62 giorni.
Numero piccoli: da 1 a 4.
Allattamento: circa 2 mesi.
Maturità sessuale: a 20-24 mesi di età le femmine e a circa 30 mesi i maschi.


Status e conservazione

In Italia non sono segnalate popolazioni stabili di questa specie e si stima siano complessivamente presenti 10-15 individui, provenienti dalle popolazioni svizzere e slovena. Il principale fattore di minaccia è la persecuzione cui viene sottoposta da parte dell’uomo.


Livello di protezione

Convenzione di Berna, all. III: specie protetta il cui sfruttamento non dovrà comprometterne la sopravvivenza.
Direttiva Habitat 92/43/CEE:
- all. II specie di interesse comunitario la cui conservazione richiede la designazione di zone speciali di conservazione;
- all. IV specie di interesse comunitario che richiede una protezione rigorosa.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.



Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it