Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
4 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

GRAMPO (Grampus griseus)
< indietro

a cura di Mario Spagnesi

Grampo


Inquadramento sistematico


Ordine  Sottordine  Famiglia  Genere 
 Cetacei   Odontoceti   Delfinidi   Grampus 

Distribuzione
Specie cosmopolita, assente solo nei mari freddi delle alte latitudini di entrambi gli emisferi.
Nel bacino del Mediterraneo è diffuso un po’ ovunque, ma è più abbondante nel settore occidentale. Nelle acque italiane è presente soprattutto in acque profonde, è in particolare nei bacini occidentali, cioè nel mar Ligure e nel Tirreno, dove con una certa frequenza dà luogo pure a spiaggiamenti; nell’alto Adriatico è raro.


Dove vive

Frequenta le acque tropicali e temperate. Predilige le zone dove la scarpata continentale è più ripida, avvicinandosi anche alla costa se i fondali sono sufficientemente profondi. Nel Mediterraneo è segnalato ove le acque hanno una profondità media di circa 1.000 m e ad una distanza dalla costa superiore ai 14 Km.


Alimentazione

È in prevalenza teutofago, specializzazione alimentare correlabile anche alla dentatura assai ridotta. I Cefalopodi più comunemente predati sono le diverse specie di calamari, ma anche seppie e polpi; in certi casi può comunque cibarsi anche di Pesci.


Comportamento
Possiede un nuoto agile ed elegante, ed è in grado di compie anche salti fuori dall’acqua. Di norma nuota lentamente, immergendosi per alcuni minuti ed emergendo per respirare per circa 15 secondi. Per cacciare le prede si presume sia in grado di spingersi a notevoli profondità. È gregario e vive in gruppi composti da 10-30 individui di tutte le età e di entrambi i sessi; in particolari occasioni si possono riunire a formare branchi anche di centinaia di esemplari.


Riproduzione

La biologia riproduttiva delle popolazioni mediterranee è poco conosciuta.
Stagione riproduttiva: estate.
Gestazione: poco più di 12 mesi.
Numero piccoli: 1. Il neonato è lungo circa 1,5 m.
Allattamento: circa 18 mesi.
Maturità sessuale: nei maschi quando presentano una lunghezza di poco meno di 3 m e nelle femmine di circa 2,7 m.


Status e conservazione

Pare essere una specie senza particolari problemi di conservazione, anche se mancano completamente dati sulla consistenza delle popolazioni.


Livello di protezione

Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Covenzione di Barcellona, all. 2 - Legge 27 maggio 1999, n. 175: specie in pericolo o minacciata.
Direttiva Habitat 92/43/CEE, all. IV: specie di interesse comunitario che richiede una protezione rigorosa.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.



Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it