Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
7 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

GATTO SELVATICO (Felis silvestris)
< indietro

a cura di Mario Spagnesi

Gatto selvatico

Inquadramento sistematico


 Ordine   Sottordine   Famiglia   Sottofamiglia   Genere 
 Carnivori  Fissipedi  Felidi  Felini  Felis 



 

Distribuzione
Specie diffusa dall’Europa occidentale all’India, alla Cina occidentale ed alla Mongolia, e in quasi tutto il continente africano.
È presente nel settore centro-meridionale della penisola, in Sicilia ed in Sardegna. Nell’Italia settentrionale è segnalato al confine tra Liguria e Piemonte ed in Friuli-Venezia Giulia. La popolazione sarda è probabilmente derivata da gatti semidomestici introdotti sull’isola dall’uomo.


Dove vive
Frequenta le foreste, in particolare di latifoglie; tende ad evitare le aree ad elevata altitudine, probabilmente in relazione all’innevamento, che può costituire un ostacolo alle attività di spostamento e di caccia.


Alimentazione
Si ciba di Roditori, lepri, conigli e, più di rado, Uccelli, Rettili, Anfibi e Invertebrati.


Comportamento
Il carattere particolarmente elusivo, unito a vista, udito e odorato sensibilissimi, ne rendono estremamente difficile l’avvistamento. È territoriale ed il suo spazio vitale comprende una serie di percorsi di collegamento tra le aree di caccia, diversi punti di rifugio e tane di riproduzione. Conduce vita prevalentemente solitaria ed è attivo in particolare durante la notte, mentre nelle ore diurne si rifugia in ceppaie, cavità degli alberi, anfrattuosità delle rocce o tane abbandonate di altri animali quali Volpe, Tasso o Istrice. Caccia all’agguato sia sul terreno che sugli alberi: dopo aver individuato da lontano la preda, si avvicina dapprima correndo rapidamente in posizione abbassata, poi, giunto in prossimità del punto da cui spiccare il balzo, avanza strisciando lentamente e silenziosamente.

Riproduzione

Periodo riproduttivo: in genere in primavera, ma può accoppiarsi anche in altri periodi dell’anno.
Gestazione: circa 2 mesi.
Numero piccoli: da 1 a 6.
Allattamento: da 10 a 14 settimane.
Maturità sessuale: a circa 1 anno di età.


Status e conservazione
È raro in tutte le aree di presenza ed è probabile che esista un concreto rischio di estinzione della specie in buona parte dell’attuale areale. I principali fattori di minaccia sono la frammentazione degli habitat forestali, la competizione e l’ibridazione con il gatto domestico, le malattie trasmesse dal gatto domestico, la persecuzione diretta da parte dell’uomo.


Livello di protezione

Convenzione di Berna, all. II: specie rigorosamente protetta.
Direttiva Habitat 92/43/CEE, all. IV: specie di interesse comunitario che richiede una protezione rigorosa.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.



Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it