Fauna cacciabile, varie informazioni sulla caccia

logo Federazione Italiana della CacciaLogo F.A.C.E.
4 Aprile 2020

Benvenuti in Federcaccia Online
Fauna particolarmente protetta

STERNA MAGGIORE (Hydroprogne caspia)
< indietro


a cura di Mario Spagnesi





Inquadramento  sistematico

Ordine
Caradriformi
Famiglia
Sternidi
Genere
Hydroprogne


Distribuzione
Specie migratrice diffusa in Europa, Asia, Africa, Australia, Nuova Zelanda e America settentrionale. Le più importanti colonie nidificanti nella Regione Paleartica occidentale sono concentrate nel Delta del Volga, lungo le coste settentrionali del Mar Nero, nel Mar Baltico e, in misura minore, nel Mediterraneo. Le popolazioni del Delta del Volga svernano per lo più nel Golfo Persico, mentre quelle del Mar Baltico e del Mar Nero trascorrono la stagione invernale in prevalenza nell’Africa occidentale, sia lungo le coste che nelle zone dell’entroterra soggette a inondazioni, e in minima parte nel Mediterraneo. La migrazione post-riproduttiva verso i quartieri di svernamento si svolge tra agosto e ottobre, mentre quella pre-riproduttiva verso i quartieri di nidificazione ha luogo tra marzo e maggio.
In Italia è migratrice regolare e svernante irregolare con pochi individui. Durante i passi è più frequente e regolare lungo le coste del basso ed alto Adriatico (Puglia, Emilia-Romagna, Veneto), del medio e alto Tirreno (Lazio, Toscana), della Sardegna e della Sicilia.

Dove vive
Nella stagione riproduttiva frequenta le zone costiere sabbiose e sassose, mentre in migrazione e in svernamente è presente nelle lagune salmastre, nei laghi costieri, negli estuari e nelle zone umide d’acqua dolce.

Alimentazione
Si ciba per lo più di piccoli Pesci e di vari Invertebrati; all’occasione preda uova e piccoli di altri uccelli. Non di rado ruba il pesce alle Sterne o ai Gabbiani più piccoli.

Comportamento
Ha abitudini gregarie e si riunisce in colonie per nidificare anche assieme ad altri Lari. Possiede un volo potente con lenti battiti delle ali, meno agile di quello delle altre Sterne, e talvolta alto e veleggiato. Caccia sia esplorando in volo l’acqua sottostante e tuffandosi per catturare la preda, sia galleggiando e pescando come i gabbiani. Sul terreno cammina con difficoltà.

Riproduzione
Periodo riproduttivo: depone le uova tra metà maggio e giugno; una covata l’anno.
Nido: in una piccola buca su isolotti o dossi sabbiosi lungo le coste e nelle lagune.
Uova: in genere 2-3.
Cova: 20-22 giorni. L’incubazione è effettuata sia dalla femmina che dal maschio.
Cure parentali: i giovani sono atti al volo all’età di circa un mese.

Status e conservazione
La specie in Europa ha uno stato di conservazione sfavorevole ed è ritenuta in pericolo.

Livello di protezione
Convenzione di Berna, all. III: specie protetta.
Direttiva Uccelli 79/409/CEE, all. I: specie nei confronti della quale sono previste misure speciali di conservazione per quanto riguarda l’habitat.
Legge nazionale 11 febbraio 1992, n. 157, art. 2: specie particolarmente protetta.

 

Federazione Italiana della Caccia
Via Salaria, 298/a - 00199 Roma - Tel / Fax 06 844094217 - Cf 97015310580 - fidc@fidc.it